PROGETTO SOTTOVIA DI VIA CORATO SCOMPARSO DAGLI UFFICI COMUNALI?


Il movimento civico chiede spiegazioni

Crediamo di aver diritto ad una spiegazione per la quale un’amministrazione, aperta al dialogo con i cittadini e promotrice delle forme di partecipazione popolare, continui ad ignorare le richieste di incontro del nostro movimento con il Sindaco di Trani, protocollate in data 30.04.2018, 06.06.2018 e 22.06.2018.

Siamo stati ignorati anche da RFI a cui abbiamo chiesto spiegazioni con una missiva inviata, a mezzo raccomandata a.r., in data 06.09.2018.

Aleggia qualcosa di misterioso sul progetto del sottovia veicolare e pedonale di Via Corato che pare addirittura essere scomparso dagli uffici comunali costringendo gli attuali amministratori a richiedere la documentazione a RFI.

Se non vi fosse stato un progetto di sottovia, sulla base di cosa la giunta municipale avrebbe approvato le opere di riorganizzazione dei sottoservizi ed il dirigente della terza ripartizione avrebbe richiesto ed ottenuto un finanziamento di un milione e mezzo di euro dalla Cassa Depositi e Prestiti nel lontano dicembre 2013?

Promotori di una raccolta di 1178 firme a favore della realizzazione del sottovia veicolare e pedonale di Via Corato, abbiamo atteso invano cinque mesi.

C’è forse ora qualche spiraglio poichè pare che la documentazione, come un’opera d’arte italiana portata via da Napoleone, sia tornata a casa.

Abbiamo anche appreso di un imminente incontro dell’amministrazione con la direzione di RFI.

Chiediamo all’Ill.mo Sig. Sindaco di Trani che all’incontro con RFI partecipino due rappresentanti del nostro movimento civico.

Distinti saluti.

Trani, lì 26.09.2018

Il Presidente

(Avv. Alessandro Moscatelli)