CAVE DISMESSE SUL TERRITORIO COMUNALE, ORDINANZA SINDACALE


In caso di inadempienze, l’Amministrazione Comunale procederà con eventuale azione penale

Il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, ha firmato un’ordinanza sindacale (la 20/2018) con cui si fa divieto, ai proprietari, detentori, possessori e titolari a qualsiasi titolo di aree di cava dismesse, in disuso, in stato di abbandono o in stato di inattività, di lasciarle incustodite o di consentire l’accesso a soggetti non autorizzati.
Nell’ordinanza è fatto obbligo inoltre di garantire adeguati livelli di manutenzione, conservazione e vigilanza dotando le aree stesse di solide strutture di protezione e di chiusura idonee ad impedire l’accesso alle stesse agli estranei e necessarie per garantire la salvaguardia della pubblica e privata incolumità, nonché evitare attività pregiudizievoli per l’igiene e la salubrità dell’ambiente. In caso di inadempienze, l’Amministrazione Comunale procederà ad adottare i provvedimenti di competenza, compresa l’esecuzione di ufficio a spese degli interessati inadempienti, senza pregiudizio alcuno di una eventuale azione penale.