Ennesimo episodio di violenza tra giovani. Inevasa da due mesi la domanda di Articolo97


Il Tavolo per la sicurezza è un obbligo




È inaudito!
Un ennesimo episodio di violenza si è verificato ieri sera, 29 luglio, nei confronti di ragazzi perbene della nostra città.
Una risposta alla richiesta di informazioni sul "Tavolo permanente per la sicurezza e la legalità" nella città di Trani non è solo un dovere ma è anche un obbligo.
A distanza di due mesi, la nostra domanda è rimasta ancora inevasa. Questo ci rammarica e ci preoccupa soprattutto per l'incolumità dei nostri figli, ma fondamentalmente per il bene di tutta la comunità tranese.
Questo silenzio, se non addirittura sordità, a ciò che è una nostra proposta collaborativa ci porta ad evidenziare ed a prendere atto che la tematica della Tutela della Sicurezza Pubblica della città di Trani non è tra le priorità dell’Amministrazione vigente.
È necessaria una presa di coscienza da parte di tutti ed è fondamentale che il Governo di questa città faccia subito qualcosa prima che (spiace dirlo) ci scappi il morto.

Giuseppe Curci - Presidente Articolo97