Degrado a Colonna, il Comitato Pozzopiano chiede lavori immediati e urgenti


Tanti problemi irrisolti




"La stagione balneare è alle porte e manca davvero poco al momento in cui i bagnanti prenderanno d'assalto le zone di mare. Ci chiediamo, pertanto, quando si voglia restituire un po' di decoro alla zona di Colonna, uno dei posti estivi più frequentati.
Quella che dovrebbe essere il fiore all'occhiello della città versa, invece, in stato di abbandono.
Ma arriva l'estate o l'autunno?
Per i cittadini e per i turisti passeggiare per Viale De Gemmis è un colpo al cuore: Strada con buche e marciapiedi divelti a causa delle radici dei pini, aiuole non aiuole (nel senso che non si possono definire tali), rifiuti ovunque e anche nelle aiuole e deiezioni canine in abbondanza (tanto che si potrebbero usare per concimare le aiuole moribonde?).
Ma la Via Crucis non è finita perchè quando si arriva a Colonna si registra una situazione inaccettabile: lo scempio della pedana. Quella che dovrebbe essere un servizio per favorire l'accesso in spiaggia ai diversamente abili è un vero e proprio rudere, che cade a pezzi ed è anche diventato pericoloso. Come se non bastasse le piogge e i relativi scarichi di acque reflue creano, vicino alla pedana, una pozza maleodorante di acqua stagnante.
E' il caso di dire che "piove sul bagnato"!
Per quanto riguarda i lavori per il nuovo lido alla "Baia del pescatore", auspichiamo che la riduzione della porzione di spiaggia libera e gratuita, porti almeno ad una compensazione in servizi migliorativi quali la torretta di vedetta per il bagnino, la pulizia di tutta la spiaggia, un sistema che renda davvero accessibile il lido ai diversamenti abili (P.S. Non copiate il pontile di legno di Colonna, please!) .
Andremo a dare un'occhiata a quello che è previsto dal contratto di concessione e vi terremo informati.
Dulcis in fundo: i cestini per i rifiuti sono pochi, alcuni anche rovinati e ci vogliono i raccoglitori anche in spiaggia. Per tutti questi motivi chiediamo con forza all'Amministrazione una serie di lavori immediati e urgenti per porre rimedio a questa situazione desolante..."

Il consiglio direttivo Comitato Pozzopiano - Rosanna Nenna, Fiore Resta, Enzo Covelli, Di Savino Nicoletta, Sabina Fortunato, Verrigni Carmine, Berto Nenna, Savino Soldano, Ramundo Raffaele