Anche quest'anno ripulito l'epitaffio della Disfida di Barletta


Nonostante la tramontana l'appello di Andrea Moselli è stato accolto




Nonostante la tramontana l'appello per ripulire l'epitaffio della Disfida di Barletta è stato accolto.
Siamosolocustodi?
Nei giorni in cui la fidanzata di "Luigi" ha portato Trani nelle cronache nazionali sembrerebbe proprio di no. Tutti pronti a scagliarsi con la presunta ragazzina ma mi chiedo che percentuale di questo gesto è riconducibile alle nostre mancanze? Temo una buona parte. Nel quotidiano stiamo educando al rispetto per il prossimo? Abbiamo avvicinato i giovani al nostro patrimonio artistico? Stanno crescendo fieri e appassionati custodi? Credo proprio di no altrimenti un gesto del genere non sarebbe mai stato compiuto.
Nel nostro piccolo ci proviamo mossi semplicemente dalla passione. L'incontro presso l'epitaffio serve proprio a riscoprire e salvaguardare la storia comune, mi ripeto, senza sterili campanilismi. Ringrazio gli amici da Barletta i componenti dell'Archeoclub d’Italia e del Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia. Nino Vinella ha colto la volontà di coesione e di condivisione della storia comune alzando il tiro guardando alla Francia alla Europa.
Da Trani l'amministrazione ha partecipato con l'assessore all'ambiente Michele di Gregorio e il consigliere Diego di Tondo.) Grazie a Daniele a Gianvito e a tutti coloro che condividono lo spirito.
Il prossimo appuntamento sarà nel mese di Marzo per ricordare i Liberali massacrati nel 1799.

Andrea Moselli

e>