HOME
AGENDA
LA CITTÀ
TURISMO
RUBRICHE
NOTIZIE
VETRINE
PUBBLICITÀ
CONTATTI

HOME ARCHIVIO NOTIZIE CRONACA DAL COMUNE DI TRANI POLITICA EVENTI E CULTURA SPORT SEGNALA UNA NOTIZIA

DAL COMUNE DI TRANI Notizie e comunicati stampa ufficiali dal Comune di Trani

BAIA DEL PESCATORE, DOMANI CONSEGNA DELLA PEDANA DI ACCESSO AL MARE
22/06/17

Frutto di una istanza per il superamento delle barriere architettoniche, e nello specifico per la fruizione balneare in favore di soggetti diversamente abili, raccolta e promossa dall’associazone Orizzonti, attraverso un accordo tra l’Amministrazione Comunale di Trani e il Nono Reggimento Fanteria “Bari” (che si è occupato del ripristino della struttura) domani verrà consegnata la pedana di accesso al mare della spiaggia “Baia del Pescatore”. L’appuntamento è in programma sul posto alle 9.30, alla presenza delle autorità, dei rappresentanti dell’associazione Orizzonti, e dei rappresentanti dell’Osservatorio comunale sulle barriere architettoniche.

Un altro passo importante verso l’abbattimento delle barriere architettoniche nella città di Trani sta per essere compiuto. L’Amministrazione Comunale ha dimostrato grande sensibilità e rapidità di intervento nel recepire le sollecitazioni veicolate attraverso l’associazione Orizzonti sul problema della fruibilità dell’arenile e dell’accesso al mare per i soggetti portatori di handicap. Di comune accordo con il Nono Reggimento Fanteria “Bari” (che ne ha eseguito il ripristino con un’opera di autentico evergetismo) si è provveduto al ripristino della funzionalità della struttura in legno, sita sull’arenile di piazza Marinai d’Italia al fine di permettere ai diversamente abili l’accesso al mare.

L’intervento si è svolto nei giorni scorsi, a cura del personale del Nono Reggimento, da sempre vicino e sensibile ad iniziative sociali e utili per la collettività.Alla cerimonia parteciperanno il sindaco, Amedeo Bottaro, i rappresentanti dell’Osservatorio sulle Barriere Architettoniche, il presidente dell’associazione Orizzonti, Angelo Guarriello. Quest’ultimo consegnerà delle targhe di ringraziamento all’Amministrazione Comunale di Trani e al Nono Reggimento Fanteria “Bari”.



PALAZZO CARCANO: INCASSATI 2 MILIONI DI EURO PER IL COMPLETAMENTO
17/06/17

Il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, ha nuovamente incontrato a Roma il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ed il direttore generale della Direzione generale delle risorse materiali e delle tecnologie del Dipartimento dell'organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi, Antonio Mungo, incassando la disponibilità al finanziamento dei lavori (per un importo che si aggira sui 2 milioni di euro) per il completamento di palazzo Carcano, immobile “centrale” per la risoluzione definitiva della questione dell’edilizia giudiziaria di Trani.

Questa disponibilità del Ministero è stata anche richiesta con un documento ufficiale dal direttore dell’Agenzia del Demanio, Roberto Raggi, Ente con il quale, il primo cittadino di Trani, ha avviato una interlocuzione per la concessione in uso gratuito pluriennale dell’immobile con vincolo di destinazione ad uffici giudiziari. L’intesa, già espressa in una serie di incontri da ambo le parti, sarà cristallizzata con un protocollo d’intesa che definirà puntualmente i rapporti di collaborazione tra Agenzia del Demanio e Comune di Trani nell’ambito di un importante progetto di Federal Building finalizzato al consolidamento della cittadella della giustizia di Trani.

L’intera operazione è stata condotta in prima persona del sindaco della città, Amedeo Bottaro. Nei mesi scorsi, il sindaco, con il presidente del Consiglio comunale, Fabrizio Ferrante, aveva incontrato nella capitale Roberto Raggi (già sottosegretario di Stato), delineando lo scenario a cui si sta, progressivamente, giungendo. L’iniziativa, nel suo complesso (concessione di palazzo Carcano all’Agenzia del Demanio con completamento dei lavori a carico del Ministero) consentirebbe, oltre ad una notevole riduzione di costi (per il rilascio di alcuni immobili attualmente in locazione passiva al Ministero di Giustizia), un innegabile vantaggio logistico funzionale: garantirebbe la piena funzionalità e fruibilità degli uffici giudiziari di Trani da parte dell’utenza e dei magistrati nonché del personale amministrativo del tribunale. Oggetto di lavori di ristrutturazione ed adeguamento nel 2002 (e mai ultimati) palazzo Carcano, posto in prossimità di palazzo Torres e palazzo Candido, permetterebbe la creazione dell’auspicato polo giudiziario all’interno dell’area già attualmente destinata ad uffici giudiziari. La soluzione, prospettata dal sindaco, di recupero e completamento di palazzo Carcano è stata ritenuta assolutamente percorribile anche dal ministro Andrea Orlando e dal direttore generale della Direzione generale delle risorse materiali e delle tecnologie del Dipartimento dell'organizzazione giudiziaria, Antonio Mungo, che hanno fornito al sindaco tranese le dovute rassicurazioni per garantire le risorse necessarie per realizzare le opere di completamento edilizio e impiantistico dell’immobile.



intervento di disinfestazione del 21 giugnO A TRANI
14/06/17

L'Amiu Trani comunica che il 21 giugno dalle ore 03,00 alle ore 07,00 sarà effettuato un trattamento di disinfestazione aerea, con finalità adulticida, nell'ambito del territorio comunale.



CONTRASTO AL PARCHEGGIO SELVAGGIO: OLTRE 70 VEICOLI MULTATI
12/06/17

Su precise indicazioni dell'assessorato alla Polizia Locale, proseguono le attività di controllo del territorio che, ultimamente, hanno interessato diversi settori. Grazie alla piena operatività della Polizia Locale ed alla fattiva collaborazione delle Forze di Polizia, a cui va il pieno ringraziamento da parte dell’Amministrazione, è stata avviata una energica azione di contrasto al parcheggio " selvaggio" che ha visto sanzionati oltre 70 veicoli parcheggiati per lo più sui marciapiedi, sulle strisce pedonali e sugli scivoli per disabili.
Si tratta di un'azione mirata al contrasto di atti d'inciviltà gravi, che in alcuni casi pregiudicavano persino il transito dei pedoni o l'accesso ai locali posti a raso, probabilmente confidando nella mancata presenza della Polizia Locale negli orari notturni. Le attività di contrasto proseguiranno ed interesseranno anche altri settori. Le zone interessate sono state, solo inizialmente, quelle più centrali.
I prossimi controlli, già programmati, interesseranno le altre vie cittadine. Si sta valutando l'ipotesi di contestare ai trasgressori che parcheggiano sui marciapiedi anche l'eventuale danno prodotto al marciapiede con la richiesta di ripristino dello stesso. Quasi tutti i marciapiedi rotti, lo sono a causa delle auto e mezzi pesanti che vi salgono sopra. Si confida nella collaborazione piena dei cittadini a rispettare le regole di convivenza civile.



CONFERIMENTO DI RIFIUTI FUORI ORARIO: ELEVATE 60 SANZIONI AVVIATI I CONTROLLI PER L’ABBANDONO SULL’ASSE STRADALE
07/06/17

Su indicazione dell’assessorato alla Polizia locale, nelle ultime settimane è stato potenziato il servizio dedicato al contrasto del conferimento dei rifiuti fuori orario e dell’abbandono di cartoni ed imballaggi in orari diversi da quelli previsti dal regolamento comunale. L’attività è svolta da vigili in borghese su tutto il territorio comunale. 

Dall’inizio del servizio sono state elevate circa 60 sanzioni amministrative in gran parte legate al conferimento fuori orario dei rifiuti nei cassonetti. Solo nell’ultima settimana sono state elevate 20 sanzioni. Contestualmente è stato avviato un servizio dedicato a fronteggiare l’abbandono dei rifiuti su asse stradale, effettuato con l’ausilio di idonea attrezzatura atta a riprendere in flagranza questi atteggiamenti scorretti.

Il Comune di Trani nelle scorse settimane ha fatto apporre, su ogni cassonetto della spazzatura presente in città, avvisi che richiamano i cittadini al rispetto degli orari di conferimento dei rifiuti. Secondo l’ordinanza numero 29 del 10 giugno 2015, i rifiuti devono essere conferiti tra le 18 e le 5 di ogni giorno della settimana. È vietato il conferimento dalle 5 del sabato mattina fino alle 18 della domenica pomeriggio.

Inoltre si ricorda che, per smaltire i rifiuti ingombranti nell’isola ecologica di via Finanzieri 24 è possibile richiedere il ritiro domiciliare su prenotazione chiamando il numero 0883.582993. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito di Amiu Trani.



 

RIFIUTI E DISCARICA, REPORT DELL’AMMINISTRAZIONE BOTTARO E DI GREGORIO: “ALTRO CHE IMMOBILISMO” E A MAGGIO TUTTI I VALORI DEI POZZI SONO RIENTRATI
13/05/17

“I riferimenti ad un presunto immobilismo da parte dell’Amministrazione in tema di rifiuti e discarica sono il frutto di una mera opposizione politica fine a sé stessa che stride con la realtà dei fatti. E,  come al solito, l’Amministrazione evidenzia i fatti che, qualcuno, chissà per quale oscura ragione, si ostina a non voler vedere”. Il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, e l’assessore all’ambiente, Michele Di Gregorio, “aprono” così una nota congiunta nella quale esplicitano gli interventi posti in essere per superare l’emergenza rifiuti che l’attuale governo cittadino sta affrontando su svariati fronti.

Da quasi 2 mesi, dopo innumerevoli incontri con i tecnici della Regione, sono in essere i lavori di copertura dei primi due lotti della discarica di Contrada Puro vecchio “e questo – spiegano sindaco e assessore - basterebbe a spegnere qualsiasi polemica”. Sono stati completati i lavori di ripristino delle scarpate del terzo lotto. Inoltre, nel pieno rispetto delle norme e seguendo i rigidi protocolli dell’autorità anticorruzione, sono in fase di pubblicazione le gare telematiche (con il sostegno di Innovapuglia) per la realizzazione dei lavori di copertura del terzo lotto e per la realizzazione delle installazioni tecnologiche (captazione biogas e percolato, stoccaggio e trattamento acque meteoriche). Infine è stato predisposto il disciplinare per la gara della cosiddetta “caratterizzazione” della discarica” atto propedeutico all’indizione della gara pubblica.

Bottaro e Di Gregorio spiegano i motivi a cui sono ascrivibili i ritardi in tema di estensione del servizio di raccolta differenziata “porta a porta”: “Il primo, complesso, passo che andava compiuto era quello di dare un futuro ad un’azienda sull’orlo del baratro. Ci sono voluti dei mesi, ma grazie all’assunzione di responsabilità del Consiglio comunale, è stato avviato un non semplice percorso di poderosa ricapitalizzazione, con messa in sicurezza dei posti di lavoro e del patrimonio aziendale”. Ora vi è la necessità di importanti e delicatissimi adempimenti amministrativi assolutamente necessari per affidare il servizio ad un’Amiu da rigenerare: prima il parere sul piano esecutivo redatto in collaborazione con il Conai da parte dell’autorità d’ambito, rilasciato solo lo scorso mese di febbraio (sebbene richiesto a giugno del 2016), poi la realizzazione del regolamento per il controllo analogo, quindi la modifica dello statuto dell’Amiu, la redazione della relazione prevista per legge per l’affidamento in house ed infine il provvedimento di Consiglio Comunale per l’approvazione del piano esecutivo e l’affidamento pluriennale del servizio ad Amiu. “Tutti questi atti complessi – spiegano i due amministratori - devono scontare il parere del dirigente competente. I documenti sono di fatto  pronti nonostante l’ufficio ambiente abbia visto alternarsi, in questi ultimi mesi, ben tre dirigenti diversi”. A prescindere dall’estensione del servizio porta a porta, l’Amministrazione evidenzia come, in città, siano già presenti in tutti i quartieri i necessari contenitori per separare i rifiuti e quindi per fare la raccolta differenziata.

L’Amministrazione è stata attiva anche nelle azioni sinergiche con la Regione Puglia, in virtù della sempre preziosa collaborazione dell’assessore all’ambiente, Mimmo Santorsola. “Abbiamo partecipato a tutte le iniziative per ottenere i finanziamenti messi a disposizione dalla stessa Regione per creare altre isole ecologiche o per realizzare impianti di compostaggio di comunità”. Sul versante locale, invece, l’Amiu ha attivato incisive azioni per il recupero delle somme dovute dai diversi Comuni per il conferimento in discarica negli anni passati e mai pagate, . Infine, fatto più importante, finalmente i dati dei valori delle analisi sulle acque di falda della discarica sono rientrati tutti nei limiti di legge come si può evincere dalla lettura dei dati sul sito dell’azienda pubblicati anche sul sito Internet del Comune di Trani nella sezione Informazioni Ambientali di Amministrazione Trasparente”. “Da circa un anno – spiega l’assessore Di Gregorio – è stato avviato anche un progetto di sensibilizzazione con diverse scuole cittadine attraverso un concorso finalizzato alla separazione dei rifiuti ai fini del corretto smaltimento, con premi in materiale didattico. Se questo è immobilismo o fallimento epocale significa che qualcuno, forse, spera che si torni al passato per chissà quale interesse. Noi abbiamo la coscienza a posto, avendo lavorato nell’interesse della città”.

FOTOGALLERY CHIUSURA LOTTI DISCARICA DI TRANI SULLA PAGINA WWW.FACEBOOK.COM/WWW.TRANI.BIZ

 



 

RITI DELLA SETTIMANA SANTA. TUTTI I PROVVEDIMENTI
13/04/17

Entrano nel vivo i riti della Settimana Santa. L’appuntamento più partecipato è quello che si consuma nella notte fra il giovedì e il venerdì Santo: la Processione dell’Addolorata che vede  la partecipazione di migliaia di fedeli provenienti anche dai paesi limitrofi. Per motivi di ordine pubblico, tutti i cittadini sono tenuti al conferimento dei rifiuti (organici e inorganici) nei cassonetti entro e non oltre le ore 21 per la sola giornata di oggi. Il provvedimento, disposto attraverso ordinanza sindacale, prevede anche che l’Amiu si adoperi, nella sola giornata di oggi e fino al rientro della processione, alla raccolta dei rifiuti.

Per quanto riguarda il divieto di consumo di bevande alcoliche ed in bottiglia, l’Amministrazione invita al rispetto di quanto sancito dal vigente regolamento della Polizia locale (articolo 45): al fine di garantire la sicurezza dell'abitato, l'incolumità pubblica e l'igiene del suolo dalle ore 22 alle ore 6 del giorno successivo è vietata la vendita per asporto di qualsiasi bevanda alcolica, nonché di ogni altra bevanda posta in contenitori di vetro o lattina. Il divieto vige per i pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, i circoli autorizzati alla somministrazione di alimenti e bevande, gli esercenti del commercio su area pubblica e gli esercizi artigianali e commerciali. Durante quella fascia oraria, stop anche per i distributori automatici.

SEPOLCRI – Per favorire l’accesso ai luoghi di culto da parte dei cittadini è istituita area pedonale dalle 18.30 a mezzanotte nella zona di Piazza della Libertà e Via Mario Pagano (nel tratto compreso tra Via Marsala e Via San Giorgio, piazza Libertà e Via Ognissanti incluse), in via Ognissanti (nel tratto compreso fra piazza Libertà e Sedile San Marco) ed in piazza Sedile San Marco.

ADDOLORATA - La processione di penitenza in onore della Addolorata si muoverà a partire dalle 3 dalla chiesa di Santa Teresa lungo il seguente percorso: Chiesa di Santa Teresa, via Prologo, piazza Battisti, piazza Dogali, via San Nicola, piazza Addazi, piazza Duomo, Cattedrale, piazza Duomo, via Beltrani, Parrocchia di San Giovanni, via Beltrani, piazza Lambert, via M. Pagano, piazza Indipendenza, via Andria, largo Giacinto Francia, via Giacinto Francia, via Papa Giovanni XXIII, Parrocchia Angeli Custodi, via Papa Giovanni XXIII, via don Nicola Ragno, corso Matteo Renato Imbriani, via Giuliani, via delle Tufare, Parrocchia Madonna delle Grazie, via delle Tufare, via Giuliani, corso Matteo Renato Imbriani, via Sant’Agostino, piazza Gradenigo, via Pedaggio Santa Chiara, Parrocchia Santa Chiara, corso Regina Elena, corso Vittorio Emanuele, via Cavour, corso Imbriani, via G. De Robertis, Parrocchia di San Giuseppe, via G. De Robertis, corso Vittorio Emanuele, Chiesa di S. Antonio, corso V. Emanuele, corso Imbriani, via Tasselgardo, via Delle Crociate, Parrocchia S. Maria del Pozzo, via delle Crociate, via Cavour, piazza Plebiscito, via Tiepolo, piazza Tiepolo, Chiesa della B.V.M. del Carmine, piazza Tiepolo, via Statuti Marittimi, piazza Plebiscito, via San Giorgio, via M. Pagano, piazza Libertà, Chiesa di San Francesco, piazza Libertà, via Ognissanti, piazza Campo dei Longobardi, piazza Sedile San Marco Chiesa di Santa Teresa.

Dalle 3 e fino al termine della processione, è disposta la sospensione temporanea della circolazione lungo le seguenti vie: piazza Sedile San Marco, via Prologo, piazza Battisti, piazza Dogali, via San Nicola, piazza Addazi, via Beltrani, piazza Lambert, via M. Pagano, piazza Indipendenza, via Andria, largo Giacinto Francia, via Giacinto Francia, via Papa Giovanni XXIII, via don Nicola Ragno, corso Matteo Renato Imbriani, via Giuliani, via delle Tufare, via Giuliani, corso Matteo Renato Imbriani, via Sant’Agostino, piazza Gradenigo, via Pedaggio Santa Chiara, corso Regina Elena, corso Vittorio Emanuele, via Cavour, corso Imbriani, via De Robertis, corso Vittorio Emanuele, corso V. Emanuele, corso Imbriani, via Tasselgardo, via Delle Crociate, via Cavour, piazza Plebiscito, via Tiepolo, piazza Tiepolo, via Statuti Marittimi, piazza Plebiscito, via M. Pagano, piazza Libertà, via Ognissanti, piazza Campo dei Longobardi, piazza Sedile San Marco

Divieto di fermata invece dalle ore 16.30 di oggi alle 10.30 di domani in piazza Sedile San Marco, via Prologo e via Ognissanti (tratto compreso fra piazza Campo dei Longobardi e piazza Sedile San Marco). Analogo divieto scatterà dall’1 e fino al termine del passaggio della processione in via Beltrani, piazza Lambert, via Mario Pagano (fra piazza Lambert e piazza Indipendenza), piazza Indipendenza (lato nord), largo G. Francia, via G. Francia, via Papa Giovanni XXIII (da via don Nicola Ragno a via Nicola da Trani), via Sant’Agostino, piazza Nassirya, piazza Gradenico (da corso Vittorio Emanuele a via Pedaggio Santa Chiara), via Pedaggio Santa Chiara (da piazza Gradenico a corso Regina Elena), corso Regina Elena (tratto compreso fra via Pedaggio Santa Chiara e corso V. Emanuele), via De Robertis, corso Vittorio Emanuele (da via Palagano a corso Imbriani ambo i lati),    corso Imbriani (da corso Vittorio Emanuele a via Tasselgardo), via Tasselgardo (da corso Imbriani a via delle Crociate), via delle Crociate (da via Tasselgardo a piazza della Repubblica), piazza della Repubblica (aiuole Marzella), via Cavour (da piazza della Repubblica a piazza Plebiscito), piazza Plebiscito (da Lung. Chiarelli a Via Tiepolo), via Tiepolo, piazza Tiepolo, via  Statuti Marittimi (fra piazza Tiepolo e piazza Plebiscito), piazza Plebiscito (fra via Statuti Marittimi e via San Giorgio), via Mario Pagano (da via San Giorgio a piazza Libertà), piazza Libertà, via Ognissanti (intero tratto), piazza campo dei Longobardi (lato fondaco),

MISTERI – Domani sera, alle ore 20.30,  dalla Cattedrale muoverà la processione di penitenza con il seguente itinerario Cattedrale, piazza Duomo, via Beltrani, piazza Lambert , piazza Mazzini, piazza Marconi, via M. Pagano, piazza Libertà, via Mario Pagano, piazza della Repubblica, corso Vittorio Emanuele, piazza Gradenico, via Sant’Agostino, via Mario Pagano, piazza Lambert, via Beltrani, piazza Duomo, Cattedrale. Ravvisata la necessità di consentire lo svolgimento della processione nelle varie fasi in sicurezza, salvaguardando la pubblica e privata incolumità dei partecipanti assicurando in ogni caso la viabilità sui percorsi alternativi, è stata disposta  la sospensione temporanea della circolazione, in occasione del transito dei partecipanti alla processione, lungo le seguenti vie: via Beltrani, piazza Lambert, piazza Mazzini, piazza Marconi, via Mario Pagano, piazza della Libertà, piazza della Repubblica, corso Vittorio Emanuele, piazza Gradenigo, via S. Agostino, via Mario Pagano (tratto compreso fra via S. Agostino e piazza Lambert), piazza Lambert, via Beltrani. E’ istituito divieto di fermata a partire dalle 17 e fino al termine della processione lungo le seguenti vie: via Beltrani, piazza Lambert, piazza Mazzini, via M. Pagano (nel tratto compreso tra piazza Marconi e piazza Libertà), piazza Libertà, via Mario Pagano (nel tratto compreso fra piazza Libertà e piazza della Repubblica), piazza della Repubblica (asse centrale), piazza Gradenigo (lato Via Sant’Agostino), via Sant’Agostino (nel tratto compreso fra via Mario Pagano e piazza Gradenigo) e via Mario Pagano (nel tratto compreso fra via Sant’Agostino e piazza Lambert).

VARCHI SUL PORTO – Nessuna chiusura particolare fino a venerdì. Nel week end (giornate di Pasqua e Pasquetta comprese) i varchi sul porto saranno attivi nelle fasce orarie già note: sabato dalle 18 all’1, domenica e lunedì dalle 10 a mezzanotte.



 

INTERVENTO DEL SINDACO SULLE ULTIME VICENDE POLITICHE CITTADINE “ALCUNI CONSIGLIERI HANNO FATTO L’OPPOSTO RISPETTO AGLI ASSESSORI DI RIFERIMENTO: DICANO SE E’ VENUTO MENO IL RAPPORTO DI FIDUCIA”
05/04/17

Sulle recenti vicende politiche cittadine, il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, offre alcuni spunti di riflessione: “Ho deciso di candidarmi a Sindaco di Trani perché ho sentito, forte, l’esigenza di dare il mio contributo alla città, di prendermene cura. Tante troppe questioni irrisolte, troppo lassismo, troppa rassegnazione rispetto alle cattive prassi, rispetto al fatto “che tanto è così che funziona e le cose non cambieranno mai”. Mi sono candidato con la convinzione che le cose potessero cambiare. In poco più di un anno e mezzo, abbiamo affrontato di petto tante questioni per anni irrisolte: abbiamo evitato con la ricapitalizzazione che l’Amiu fosse liquidata e chiusa, abbiamo ricominciato a presentare progetti, a candidarli ed a vincere finanziamenti: ricordo che, oltre il finanziamento per il parco di via Polonia recentemente inaugurato, abbiamo ottenuto per Trani 18 milioni di euro da investire in opere pubbliche nelle periferie, abbiamo avviato l’iter per la riqualificazione del lungomare, abbiamo installato i varchi sul porto, abbiamo cominciato a chiedere il rispetto delle regole: chi doveva soldi al Comune adesso sta pagando, dal canone di fitto degli immobili comunali agli oneri di urbanizzazione. Ricordo ancora che, al momento dell’insediamento, Il Comune di Trani era di fatto “commissariato” dalla Corte dei Conti, con bilancio e spese bloccate. Ricordo ancora il mio primo giorno da Sindaco, trascorso per rimuovere da ogni angolo dalla città cumuli di immondizia, con la raccolta ferma. Questa era la Trani che ho ereditato e che stiamo tirando fuori dalle sabbie mobili con una ricetta semplicissima: risanare e progettare”.

Il sindaco Bottaro prosegue nella sua analisi: “Volere bene alla propria città ed essere persone serie significa guardare in faccia la realtà ed assumersi le proprie responsabilità, senza girare la testa dall’altra parte e far cadere sulla testa dei cittadini di Trani, negli anni a venire, pesantissimi debiti fuori bilancio che segneranno il futuro della città. Abbiamo detto basta a questo modo di fare. I problemi di ieri e di oggi li risolviamo oggi. E’ ciò che ho detto in campagna elettorale ed è ciò che sto facendo perché mi ritengo una persona seria. Il piano economico finanziario relativo al servizio di igiene urbana per l’anno 2017 e l’aumento delle tariffe Tari (provvedimenti sofferti) vanno esattamente in questa direzione. L’aumento è contenuto se si considera il costo di trasporto e stoccaggio dei rifiuti prodotti in città, una problematica, questa, che deriva dalla chiusura della discarica, emergenza (fra le tante) che abbiamo dovuto affrontare fin dal primo giorno di governo. La chiusura dell’impianto ha determinato, lo ricordiamo ancora una volta, ingenti mancati introiti che sono andati ad incidere sui costi di gestione dell’Amiu, comportando per il Comune l’aggravio delle spese derivanti dal conferimento in altre discariche pugliesi”.

Il sindaco parla di ciò che è accaduto negli ultimi giorni: “La Giunta ha responsabilmente approvato il Pef e l’aumento della Tari. In Consiglio comunale, invece, è stata registrata una spaccatura interna. I consiglieri comunali di maggioranza che hanno deciso di non votare il Pef devono spiegarci, ora, perché, invece, i loro assessori di riferimento hanno fatto l’esatto contrario. Bisogna dunque ritenere che gli assessori in carica non sono più riferimento politico di questi consiglieri? Non godono più della loro fiducia? Se si è rotto questo rapporto, lo si dica chiaramente e il sottoscritto ne prenderà atto”.

Infine, il primo cittadino ha voluto rispondere a quei consiglieri di opposizione che lo hanno accusato di “fuga” per l’assenza in Consiglio: “Non ho potuto partecipare ai lavori consiliari per motivi personali dovuti a delle visite mediche calendarizzate da tempo. Lo avevo annunciato in una conferenza stampa convocata proprio per spiegare il contenuto del pef e l’aumento della Tari, mettendoci come sempre la faccia, come fanno le persone per bene”.


 

MATRIMONI CIVILI IN SITI DI PROPRIETA’ COMUNALE, AGGIORNATO L’ELENCO DEI LUOGHI DOVE POTERSI SPOSARE
24/02/17

A fronte di una sempre più consolidata richiesta di cittadini (residenti e non) di voler celebrare il matrimonio a Trani ed all’aperto, l’Amministrazione, con atto di Giunta, ha ravvisato la necessità di rielencare, mediante  un provvedimento di natura cognitoria e innovativa, i siti già individuati e quelli di nuova individuazione di proprietà comunale, dove poter celebrare il rito civile. L’elenco è il seguente: Palazzo di Città (residenza municipale); Museo archeologico Monastero di Colonna (chiostro sito al piano terra; terrazza panoramica rivolta al mare; sala esposizioni al piano terra; porticato adiacente la scala d’accesso al piano superiore); villa comunale (chalet al piano terra; chalet, terrazza al piano primo; fortino Sant’Antonio; cassarmonica; anfiteatro del boschetto); biblioteca comunale (sala Benedetto Ronchi, sala Guido Maffuccini); palazzo delle Arti BeltraniPinacoteca “Ivo Scaringi” (sala conferenze al piano terra).

Contestualmente, nel provvedimento, sono state ridefinite le tariffe con decorrenza 1 marzo 2017. Nell’elenco sono inserite anche le dimore storiche private nelle quali è possibile poter celebrare matrimonio con rito civile così come previsto da precedenti provvedimenti deliberativi del Comune di Trani.   

Nubendi residenti nel Comune o almeno uno dei due

(negli orari di servizio)

Residenza Municipale

Gratuito

Monastero di Colonna

€. 300,00

Chalet Villa Comunale

€. 300,00

Sala Benedetto Ronchi Biblioteca comunale

€. 300,00

Sala Guido Maffuccini

€. 300,00

Sala Conferenze Palazzo delle Arti “Beltrani” – Pinacoteca “Ivo Scaringi”

€. 300,00

Tenuta Donna Lavinia

€. 500,00

Palazzo Pugliese

€. 500,00

Villa Sant’Elia

€. 500,00

Palazzo San Giorgio

€. 500,00

Nubendi residenti nel Comune o almeno uno dei due

  • Lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 16: alle ore 19:00
  • Sabato dalle ore 09:00 alle ore 12:00

Residenza Municipale

€. 200,00

Monastero di Colonna

€. 400,00

Chalet Villa Comunale

€. 400,00

Sala Benedetto Ronchi Biblioteca comunale (oltre costi di apertura straordinaria)

€. 400,00

Sala Guido Maffuccini (oltre costi di apertura straordinaria)

€. 400,00

Sala Conferenze Palazzo delle Arti “Beltrani” – Pinacoteca “Ivo Scaringi” (oltre costi di apertura straordinaria)

€. 400,00

Tenuta Donna Lavinia

€. 500,00

Palazzo Pugliese

€. 500,00

Villa Sant’Elia

€. 500,00

Palazzo San Giorgio

€. 500,00

Nubendi NON residenti nel Comune o matrimonio per delega (ex. art. 109 cod. civ.)

(negli orari di servizio)

Residenza Municipale

€. 250,00

Monastero di Colonna

€. 350,00

Chalet Villa Comunale

€. 350,00

Sala Benedetto Ronchi Biblioteca comunale

€. 350,00

Sala Guido Maffuccini

€. 350,00

Sala Conferenze Palazzo delle Arti “Beltrani” – Pinacoteca “Ivo Scaringi”

€. 550,00

Tenuta Donna Lavinia

€. 550,00

Palazzo Pugliese

€. 550,00

Villa Sant’Elia

€. 550,00

Palazzo San Giorgio

€. 550,00

Nubendi NON residenti nel Comune o matrimonio per delega (ex. art. 109 cod. civ.)

  • Lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 16: alle ore 19:00
  • Sabato dalle ore 09:00 alle ore 12:00

Residenza Municipale

€. 300,00

Monastero di Colonna

€. 450,00

Chalet Villa Comunale

€. 450,00

Sala Benedetto Ronchi Biblioteca comunale (oltre costi di apertura straordinaria)

€. 450,00

Sala Guido Maffuccini (oltre costi di apertura straordinaria)

€. 450,00

Sala Conferenze Palazzo delle Arti “Beltrani” – Pinacoteca “Ivo Scaringi” (oltre costi di apertura straordinaria)

€. 450,00

Tenuta Donna Lavinia

€. 550,00

Palazzo Pugliese

€. 550,00

Villa Sant’Elia

€. 550,00

Palazzo San Giorgio

€. 550,00

Nubendi residenti e non residenti nel Comune o matrimonio per delega (ex. art. 109 cod. civ.)

  • Sabato dalle ore 16:00 alle ore 19:00
  • Domenica e festivi dalle ore 09:00 alle ore 12:00 e dalle ore 16:00 alle ore 19:00

Residenza Municipale

€. 350,00

Monastero di Colonna

€. 500,00

Chalet Villa Comunale

€. 500,00

Sala Benedetto Ronchi Biblioteca comunale (oltre costi di apertura straordinaria)

€. 500,00

Sala Guido Maffuccini (oltre costi di apertura straordinaria)

€. 500,00

Sala Conferenze Palazzo delle Arti “Beltrani” – Pinacoteca “Ivo Scaringi” (oltre costi di apertura straordinaria)

€. 500,00

Tenuta Donna Lavinia

€. 700,00

Palazzo Pugliese

€. 700,00

Villa Sant’Elia

€. 700,00

Palazzo San Giorgio

€. 700,00



UNA SCELTA IN COMUNE: DA DOMANI A TRANI SARA’ POSSIBILE PRESTARE IL CONSENSO ALLA DONAZIONE DI ORGANI
13/02/17

A partire da domani, martedì 14 febbraio, presso gli uffici demografici del Comune di Trani sarà possibile prestare il consenso alla donazione di organi e tessuti. Al termine di una fase di predisposizione dei sistemi e di formazione del personale, su impulso dell’Amministrazione in carica, il Comune di Trani adesso è pronto ad erogare il nuovo servizio. A far data dal giorno di San Valentino, ogni cittadino di Trani maggiorenne interessato a voler prestare il proprio consenso alla donazione, potrà formalizzare questa volontà, recandosi presso l’ufficio rilascio carte d’identità del Comune, in occasione del rinnovo del documento, sottoscrivendo la relativa dichiarazione su un modulo predisposto dagli uffici comunali. L’ufficiale d’anagrafe dovrà riportare nel sistema l’informazione resa dall’utente e, successivamente, trasmetterla per via telematica al SIT (sistema informativo dei trapianti) unitamente ai dati anagrafici del dichiarante ed agli estremi del documento d’identità, al fine di consentire l’immediata consultazione dei dati da parte dei centri di coordinamento regionali dei trapianti. Nel caso in cui il cittadino intenda modificare la propria volontà registrata nel SIT, potrà farlo in qualsiasi momento recandosi presso lo stesso ufficio comunale.
Il primo utente a esprimere il proprio consenso in favore della donazione sarà il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro.



 

AGEVOLAZIONI TARI 2017
12/01/17

Si informano i signori contribuenti che ai sensi dell’art. 25 del vigente Regolamento Comunale IUC-TARI, il 31 gennaio 2017 scade il termine per presentare le richieste di agevolazione TARI applicabili all’anno di imposta 2017 di cui all’art. 25 comma 1 del Regolamento Comunale IUC-TARI.
Trattasi in particolare di:
Per le utenze domestiche, riduzione del 50% nella parte fissa e nella parte variabile per:
a) il nucleo familiare che occupa l’abitazione deve risultare composto al massimo da due persone d’età superiore a 65 anni, residenti nel Comune, titolari esclusivamente di assegno sociale o pensioni minime e delle eventuali maggiorazioni erogate dall’Inps.
b) disagio lavorativo del nucleo familiare, riferito all’anno precedente a quello per il quale il tributo è dovuto. Ai fini dell’applicazione il disagio familiare si configura qualora il nucleo familiare abbia un modello ISEE pari ad € 0,00 o che l’unica fonte di reddito dell’intero nucleo familiare sia rappresenta dalla cassa integrazione guadagni ovvero dall’indennità di mobilità ovvero dall’indennità di disoccupazione. Qualora la condizione di disagio perduri per frazione di anno, la riduzione è conseguentemente proporzionata;
c) nuclei familiari nel cui ambito sia presente almeno un disabile con invalidità non inferiore al 75%, a condizione che ricorrano congiuntamente le seguenti ulteriori condizioni:
- che il reddito imponibile delle persone fisiche complessivamente conseguito nell’anno precedente da tutti i componenti il nucleo familiare non superi il limite di € 15.000,00 elevato a € 20.000,00 in caso di invalidità pari al 100%
- che, ad eccezione dell’abitazione principale, nessuno dei componenti il nucleo familiare sia proprietario di altri immobili su tutto il territorio nazionale;
Per le utenze non domestiche, riduzione del 50% nella parte fissa e nella parte variabile per le nuove attività d’impresa, elevata al massimo possibile per quelle localizzate nel centro storico cittadino, per i primi tre anni dall’avvio delle stesse, a condizione che ricorrano congiuntamente le seguenti condizioni: - sotto il profilo oggettivo, non spetta la riduzione in caso di mero subentro di attività economiche già esistenti;
- sotto il profilo soggettivo, non spetta la riduzione in caso di imprenditori che abbiano intrapreso una nuova attività a fronte dell’avvenuta cessazione, nei sei mesi precedenti, di una attività identificata dal medesimo codice ATECO di quella nuova;
- per usufruire della agevolazione il soggetto passivo d’imposta dovrà dimostrare il possesso dei requisiti mediante apposita autocertificazione, per tutti gli stati o i fatti e notizie in possesso di altre PA e pertanto acquisibili d’ufficio dal Comune ovvero allegando all’istanza i documenti relativi a fatti, stati o notizie non in possesso di altre PA.

Tutti i requisiti di cui ai precedenti punti devono essere posseduti alla data del 31 dicembre dell’anno 2016.
E’ fatta salva ogni eventuale futura modifica normativa e/o regolamentare in tema di TARI e l’Amministrazione considererà comunque le richieste di agevolazioni TARI di cui all’art. 25, comma 1 del Regolamento IUC-TARI prodotte entro la data del 31.1.2017, se ed in quanto compatibili con le predette modifiche normative e/o regolamentari.
Il riconoscimento delle predette agevolazioni è per singoli anni d’imposta e le relative istanze devono essere prodotte annualmente, a pena di decadenza, entro il 31 gennaio di ciascun anno di imposta, utilizzando l’apposito modello pubblicato sul sito internet del Comune di Trani.



 

PROSEGUONO LE ATTIVITA’ DI MANUTENZIONE E VERIFICA NELLE SCUOLE
12/01/17

Anche questa mattina sono proseguite le attività di controllo all’interno delle scuole di competenza comunale per la verifica dei sistemi di riscaldamento. Dopo aver fatto anche nella giornata di ieri pomeriggio (così come nelle precedenti) collaudi e manutenzioni, questa mattina, durante le operazioni di controllo degli impianti, non sono stati segnalati particolari problemi. Oltre alla verifica dei sistemi di riscaldamento, sono state effettuate alcune manutenzioni. Nell’asilo Madre Teresa di Calcutta è stato disostruito un bagno, mentre nella scuola Papa Giovanni XXIII si è provveduto alla tempestiva riparazione di un infisso danneggiato. Controlli sono ancora in corso presso altri plessi di competenza del Comune di Trani. All’apertura, la Polizia locale di Trani ha presidiato le zone antistanti le scuole.



 

PRECIPITAZIONI NEVOSE IN CORSO: MA A TRANI LE SCUOLE SARANNO APERTE
10/01/17

A seguito dell'incontro che si è tenuto oggi pomeriggio in Prefettura ed a seguito di una riunione della rete comunale di protezione civile attivata,  il sindaco, Amedeo Bottaro, sentite tutte le parti ed in particolare il comitato di gestione emergenza, e considerata l’evoluzione migliorativa delle condizioni meteo come da bollettino ufficiale ha deciso la riapertura delle scuole a partire da domani mattina, mercoledì 11 gennaio.

A titolo precauzionale e di prevenzione di possibili fenomeni di ghiacciatura notturna, già a partire dalla serata è in corso la salatura di tutte le aree più sensibili della città con particolare riferimento alle zone degli Istituti scolastici. Tale attività proseguirà domani mattina a partire dalle ore 5 da parte della Polizia locale, con i mezzi spargisale e unitamente al personale ed ai mezzi di tutte le associazioni che finora hanno collaborato fattivamente al contenimento dei disagi cittadini. Sarà effettuato ulteriore controllo dei plessi scolastici con eventuale azione di risalatura (se necessaria) e verifica ulteriore del funzionamento di tutti gli impianti di riscaldamento, operazione già effettuata sia ieri che oggi. Previsto davanti agli Istituti un presidio di volontari di protezione civile.



 

MALTEMPO, SCUOLE CHIUSE ANCHE MARTEDÌ 10. SOSPESO IL MERCATO SETTIMANALE
09/01/17

Scuole chiuse anche domani a Trani. Per motivi di sicurezza, ai fini della viabilità, mediante ordinanza sindacale è stata disposta la chiusura di tutti gli Istituti di ogni ordine e grado della città anche per la giornata di domani, martedì 10 gennaio. Per analoghe motivazioni è sospeso il mercato settimanale. L’ordinanza di chiusura delle scuole si rende necessaria soprattutto alla luce della situazione complessa ancora in essere nell'ambito del territorio della Provincia e dei Comuni limitrofi.

La rete comunale di protezione civile, coordinata dal sindaco, Amedeo Bottaro, continua a seguire l’evolversi delle fasi di maltempo. L’Amministrazione comunale sensibilizza tutti i commercianti al rispetto di quanto previsto dal regolamento di polizia urbana ossia di provvedere alla costante pulizia del tratto di marciapiedi sul quale l'esercizio prospetta o dal quale si accede. Si richiama inoltre l’attenzione dei cittadini, in caso di neve, ad utilizzare la propria automobile solo in caso di assoluta necessità, moderando la velocità e mantenendo le distanze di sicurezza e di non parcheggiare auto in garage caratterizzati da rampe.

 



FOTOGALLERY NEVE A TRANI SULLA PAGINA WWW.FACEBOOK.COM/WWW.TRANI.BIZ

 

MALTEMPO, IMPIANTI DI RISCALDAMENTO GIA’ FUNZIONANTI NELLE SCUOLE
09/01/17

Scuole chiuse oggi a Trani. Per motivi di sicurezza, ai fini della viabilità ed alla luce dell'ultimo bollettino meteo pervenuto, mediante ordinanza sindacale è stata disposta la chiusura di tutti gli Istituti di ogni ordine e grado della città. L’ordinanza di chiusura delle scuole si è resa necessaria soprattutto alla luce della situazione complessa ancora in essere nell'ambito del territorio della Provincia e dei Comuni limitrofi. Questa mattina, a partire dalle 6, in tutte le scuole di competenza comunale riscaldamento già accesso in vista della riprese delle lezioni, modo utile anche per intervenire d’anticipo in caso di malfunzionamenti. L’Amministrazione ha anche provveduto a dotare di apparecchiature per riscaldare le aule scolastiche sprovviste di elementi.

La rete comunale di protezione civile, coordinata dal sindaco, Amedeo Bottaro, continua a seguire l’evolversi delle fasi di maltempo. Oltre alle attività di messa in sicurezza delle strade comunali ed oltre agli interventi posti in essere dagli operatori sociali mediante i servizi del SAD (assistenza domiciliare) e dell’ADI (assistenza domiciliare integrata), è stato istituito un servizio di consegna della spesa a domicilio per aiutare anziani soli in difficoltà nell’acquisto di beni di prima necessità. Al servizio, gratuito, si può accedere contattando i seguenti numeri di telefono: 0883.588115, 0883.588116 e 0883.588118 (servizi sociali comunali) o il cellulare di riferimento del pronto intervento sociale (389.8759367) impegnato dai primi momenti dell’emergenza anche nell’assistenza dei senzatetto. Il servizio gratuito viene messo in atto per alcuni giorni grazie alla disponibilità del mondo del volontariato e del terzo settore comunale.



FOTOGALLERY NEVE A TRANI SULLA PAGINA WWW.FACEBOOK.COM/WWW.TRANI.BIZ

 

Ordinanza sindacale: scuole chiuse lunedI' 9 gennaio
07/01/17

A seguito dell'incontro che si è tenuto oggi pomeriggio in Prefettura, è emersa la volontà, per motivi di sicurezza, ai fini della viabilità ed alla luce dell'ultimo bollettino meteo pervenuto, di chiudere le scuole di ogni ordine e grado nella giornata di lunedì 9 gennaio. Il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, ha firmato pertanto l'ordinanza ritenendo che la sospensione delle attività scolastiche nella giornata di lunedì 9 gennaio, possa rappresentare una misura efficace e necessaria sia per limitare i pericoli dovuti al ghiaccio ed alla neve, sia per favorire le operazioni di pulizia di strade e marciapiedi che comunque sta avvenendo già dalla giornata di ieri.

Non da meno, l'ordinanza di chiusura delle scuole nella giornata di lunedì 9 gennaio si è resa necessaria alla luce della situazione complessa dovuta al maltempo nell'ambito del territorio della Provincia e dei Comuni limitrofi. 

 



FOTOGALLERY NEVE A TRANI SULLA PAGINA WWW.FACEBOOK.COM/WWW.TRANI.BIZ

 

COMUNE DI TRANI - AGGIORNAMENTO EMERGENZA MALTEMPO
07/01/17

A partire dalla serata di venerdì 6 gennaio e per le successive 24 / 36 ore si prevede il persistere di venti di burrasca dai quadranti settentrionali e mareggiate lungo le coste esposte. Sono previste inoltre nevicate sparse fino al livello del mare e temperature molto basse con diffuse gelate. Dalle 21 di venerdí 6 gennaio e per le successive 36 ore si segnala criticità di preallerta per rischio idrogeologico localizzato su tutta la Puglia.

Dalle 4.30 di questa mattina la rete comunale di protezione civile è al lavoro per fronteggiare l'emergenza maltempo. In campo, mezzi ed oltre 50 volontari coordinati dal sindaco, Amedeo Bottaro, dall'assessore alla protezione civile, Giuseppe De Michele, e dal comandante di Polizia locale, Leonardo Cuocci Martorano. Nel corso della notte e nelle prime ore della giornata si è provveduto alla salatura della quasi totalità delle strade della città. Interventi sono stati effettuati in quasi tutti i quartieri per rendere buona la viabilità stradale in ogni punto del territorio comunale.
Non sono stati trascurati neanche marciapiedi e luoghi di particolare interesse pubblico, per ridurre al minimo qualsiasi forma di disagio. Le associazioni della rete di protezione civile e la squadra dei cantieri sociali, unitamente ad Amiu, hanno fronteggiato i problemi creati soprattutto dal ghiaccio e dal vento. In virtù delle segnalazioni giunte al centralino della Polizia locale (0883.588000) ed all'indirizzo di posta elettronica indicato per le emergenze (urp@comune.trani.bt.it) sono state messe in sicurezze le rampe d'accesso alla statale 16 bis in zona Sant'Angelo (dove erano state segnalate auto in difficoltà) e sono stati messi in sicurezza alcuni ponteggi nel centro storico danneggiati dal vento.
Le associazioni della rete comunale di protezione civile hanno anche fornito supporto, su autorizzazione della direzione sanitaria territoriale, alle necessità del pronto soccorso di Trani. Prosegue anche l'attività di sostegno del pronto intervento sociale ai senzatetto. Oltre alla somministrazione periodica di bevande calde, coperte ed alimenti, alcuni soggetti, provati dal freddo, sono stati accompagnati in strutture adeguate per il ricovero. In queste ore si sta lavorando anche per consentire la celebrazione di due matrimoni civili programmati a villa Sant'Elia ed in villa comunale. Anche il giardino comunale è stato liberato da ghiaccio e neve dalla squadra dei cantieri sociali per consentire la celebrazione del rito. La rete di protezione civile comunale continua a monitorare la situazione in attesa che cessi l'allerta. Si rinnovano tutte le raccomandazioni già fornite ai cittadini a spostarsi, anche con l'auto, se non per casi urgenti.

------------------------------------------------------------

Mentre in alcune città limitrofe è già stata diramata una ordinanza di chiusura delle scuole per lunedì 9 gennaio, al momento le scuole di Trani lunedì saranno regolarmente aperte, non essendo infatti giunta alcuna comunicazione in merito.

 

FURTI NELLE SCUOLE, L’AMMINISTRAZIONE INCREMENTA LE AZIONI DI CONTRASTO E PREVENZIONE
22/12/16

A seguito dell’ennesimo furto compiuto all’interno di una scuola cittadina, l’Amministrazione comunale incrementa le azioni di contrasto e prevenzione.
Nelle more della realizzazione degli ulteriori impianti di allarme a presidio degli istituti scolastici, è stata disposta l’implementazione dei servizi di vigilanza notturna presso le scuole della città fino all’entrata in funzione dei sistemi d’allarme. L’assessore alla polizia locale, Giuseppe De Michele, ha inoltre concordato con le Forze dell’Ordine ulteriori misure preventive e di controllo da adottare durante le prossime settimane, registrando la massima disponibilità alla collaborazione.
Inoltre, si è deciso di trasferire tutte le apparecchiature informatiche ed elettroniche presenti nei plessi scolastici in un luogo sicuro e vigilato fino alla ripresa delle lezioni.

 

RIFIUTI, A NATALE SERVIZIO SUPPLEMENTARE GARANTITO DA AMIU
21/12/16

In considerazione delle prossime festività natalizie che vedranno coincidere il giorno di Natale con la domenica, si informa che l’Amiu effettuerà un servizio supplementare di raccolta dei rifiuti per evitare che i cassonetti rimangono pieni di rifiuti. L’Amministrazione, al fine di salvaguardare il decoro urbano della città, ed in considerazione della vigente ordinanza che vieta il conferimento dei rifiuti dalle 18 del sabato fino alle ore 5 della domenica, invita tutti i cittadini a rispettare l'attuale orario di conferimento dei rifiuti in modo da potere avere una città ordinata e pulita.
I rifiuti urbani ed i rifiuti assimilati (ad eccezione della zona servita dal “porta a porta”) devono essere conferiti tra le ore 18 e le ore 5 di ogni giorno della settimana a partire dal pomeriggio della domenica e fino alle ore 5 del sabato mattina.
Resta vietato il conferimento dalle ore 18 del sabato pomeriggio fino alle ore 5 della domenica. Gli imballaggi cellulosici (carta, cartone ed altri), previamente ed ordinatamente ridotti di volume, devono essere conferiti tutti i giorni feriali tra le ore 11.30 e le ore 13.30, esclusi quindi domeniche e festivi, nelle vicinanze dei contenitori per rifiuti urbani indifferenziati e, nella zona servita dalla raccolta differenziata porta a porta, sul piano stradale all’ingresso del luogo di produzione dell’imballaggio.
Si ricorda, inoltre, che i rifiuti ingombranti possono essere conferiti gratuitamente, previa prenotazione telefonica al numero 0883.582993, presso l’isola ecologica situata in via dei Finanzieri.

 

FITTO CASA IN PAGAMENTO DA DOMANI: IL CALENDARIO E LE INFO
21/12/16

A partire da domani, giovedì 22 dicembre, gli aventi diritto potranno riscuotere presso la Banca Popolare di Bari in corso Vittorio Emanuele 281/283 gli acconti del fitto casa 2014. Per evitare resse è stato stilato un calendario che tiene conto dell'ordine alfabetico degli aventi diritto.
Giovedì 22 dicembre: lettere A-B-C-D (fino a D'Ettore)
Venerdì 23 dicembre: lettere D (da Di Bari)-E-F-G-H-I-K-L (fino a Lavacca)
Martedì 27 dicembre: lettere L (da Lebib)-M-N-O-P
Mercoledì 28 dicembre (fino alle ore 13.30): lettere Q-R-S-T-U-V-X-Y-Z

Si ricorda che in applicazione del decreto Salva Italia 201/2011 (che ha apportato nuove regole sull’utilizzo di denaro contante nei pagamenti), tutti i beneficiari del contributo Fitto Casa 2014 destinatari di una somma complessiva superiore a 999 euro, riceveranno il saldo su un conto corrente bancario e/o postale a sé intestato. Gli stessi sono tenuti alla comunicazione dell’IBAN presso l’ufficio socioassistenziale welfare ubicato al secondo piano del Comune di Trani. I beneficiari di contributi complessivi inferiori ai 999 euro, potranno riscuotere il saldo per cassa direttamente in Banca. I giorni di riscossione del saldo saranno comunicati in seguito.

L’Amministrazione comunale sottolinea il grande sforzo compiuto per permettere agli aventi diritto di poter accedere al contributo durante il periodo delle festività natalizie. Va ricordato che la Regione Puglia ha comunicato soltanto all’inizio di agosto l’apertura dei termini per la partecipazione al bando per l'assegnazione del Fitto casa. L’Ente ha cofinanziato l’intervento con fondi propri per un importo di 177mila euro. Si tratta della somma più alta mai stanziata dal Comune di Trani per questa tipologia di intervento sociale.

 

ASPETTANDO NATALE, VENERDI’ 23 DICEMBRE DJ SET URBANO NEL CENTRO LE ATTIVITA’ COMMERCIALI POTRANNO RESTARE APERTE FINO ALLE 24
21/12/16

Venerdì 23 dicembre, a partire dalla mattina e fino a tarda sera, lungo tutte le zone pedonali del centro è in programma un Happy hour e dj set urbano organizzato dai commercianti delle singole strade. L’iniziativa è organizzata da Comune, Confesercenti e Confcommercio e gode della collaborazione della gran parte delle attività commerciali del centro. Per consentire la perfetta riuscita della giornata, corso Vittorio Emanuele sarà chiuso alle auto dalle 10 alle 24. Ai commercianti è concessa la facoltà di restare aperti fino alla mezzanotte. Le vie del centro saranno animate, oltre che da postazioni musicali, anche da I Birbanti, 8 artisti di strada che coinvolgeranno la gente fra giochi e spettacoli artistici.
Si ricorda inoltre che alle ore 18.30 di venerdì, in piazza Libertà è in programma l’inaugurazione del presepe artistico. Fino al 6 gennaio in piazza della Repubblica, nei pressi della statua di Giovanni Bovio, è allestito un mercatino di Natale permanente organizzato dall’associazione Incanto. Venerdì 23 un mercatino di Natale sarà presente anche nell’area antistante la villa Comunale dove è sempre visitabile “Villa D’incanto”, mostra di luminarie artistiche apposte lungo i viali del giardino pubblico. L’iniziativa si protrarrà fino a sabato 7 gennaio negli orari di apertura della villa.

Il programma completo delle attività natalizie su www.nataletranese.com

 

 

Tutti i siti del network:

WWW.TRANI.BIZ il portale di Trani
WWW.ESTATETRANESE.COM
WWW.NATALETRANESE.COM

Attiva la vetrina aziendale della tua attività commerciale.

Ti costa solo € 4 al mese.
Seguici su Facebook