HOME
AGENDA
LA CITTÀ
TURISMO
RUBRICHE
NOTIZIE
VETRINE
PUBBLICITÀ
CONTATTI

HOME AGENDA EVENTI
FEBBRAIO

Ogni prima domenica del mese

#DomenicalMuseo - Ingresso gratuito al Castello Svevo di Trani

Con l'evento #DomenicalMuseo tutti i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente ogni prima domenica del mese.
E’ la prima applicazione della norma del decreto Franceschini, in vigore dal primo luglio 2014, che stabilisce che ogni prima domenica del mese non si pagherà il biglietto per visitare monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato.
A Trani sarà possibile visitare il Castello Svevo.
Orari di visita: tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 19.30 (chiusura biglietteria ore 19.00).

 

10 FEBBRAIO 2018, SABATO

Fulvio Frezza presenta “Vento nel Vento. Dieci anni di Lucio e Giulio”

“Vento nel Vento. Dieci anni di Lucio e Giulio”; l’ultimo libro di Fulvio Frezza, edito Florestano sarà presentato a Trani sabato 10 Febbraio a La Biblioteca di Babele a partire dalle ore 19:00.
Il libro, un viaggio esplorativo nella vita del grande cantautore e del suo rapporto con Mogol, ci riconsegna una fitta matassa di ricordi e aneddoti, che l’autore dipana e accomoda in pagine dense di emozioni.
Con l’autore ripercorreremo la storia di una felicissima collaborazione professionale e di una grande amicizia, da cui scaturì una produzione musicale ancora oggi riconosciuta come fondamentale modello di riferimento per il cantautorato italiano.
INGRESSO LIBERO

 

11 FEBBRAIO 2018, DOMENICA

OMAGGIO ALL'EPITAFFIO DELLA DISFIDA DI BARLETTA

Fra pochi giorni, il 13 Febbraio, ricorre l’anniversario della Disfida di Barletta. Accadimenti storici che sono patrimonio comune  e per questo dovrebbero essere riscoperti e condivisi. Nel solco di “Siamo Solo Custodi” riteniamo doveroso attivarci in tal senso.

Anche quest’anno vorrei rinnovare l’invito di recarci presso l’epitaffio, sito nell’agro di Trani, per non dimenticare il luogo della Disfida di Barletta. Un momento che si propone di essere di aggregazione e di unione. Mi farebbe piacere che da tutte le città coinvolte i cittadini e magari anche gli amministratori possano partire alla volta del monumento. Siamo fortemente convinti che ritrovarci  per ripulire l’epitaffio e rendere omaggio alla nostra storia, senza sterili campanilismi o inopportune e fantasiose rivendicazioni possa essere una bella esperienza.

L’appuntamento è fissato per domenica 11 Febbraio alle ore 12.00 presso l’Epitaffio. Partendo da Trani l’incontro è in Piazza della Repubblica ore 11.15, automuniti.

Per informazioni 3490788854

Ecco il link di Google maps per raggiungere il monumento: 

 

dal 14 febbraio al 14 marzo 2018

“G 12” - MOSTRA D'ARTE CONTEMPORANEA A PALAZZO DELLE ARTI “BELTRANI”

G 12 è la nuova collettiva d’arte contemporanea che si svolgerà presso il Palazzo delle Arti “Beltrani” dal 14 febbraio al 14 marzo 2018 con la partecipazione di diversi meritevoli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Bari.

Il titolo della Mostra, G12, (in cui la lettera G indica l’abbreviazione della parola “Giovani”), è emblematico in quanto si propone di riunire ben dodici ragazzi operanti inun campo impegnativo come quello artistico, all’interno dello splendido contenitore museale del Palazzo delle Arti Beltrani, dando loro la possibilità di esporre delle opere realizzate appositamente per una location d’eccezione e di confrontarsi contemporaneamente con ampi spazi e stili differenti.

Da un’idea di Dario Agrimi, il progetto espositivo, a cura di Isabella Battista, comprende un corpo di opere riferito ad artisti attivi in Puglia e presenta una serie di lavori dedicati alla quotidianità che portano lo spettatore a riflettere sulla realtà e sulla propria condizione sociale.

La particolarità di questa mostra molto stimolante è la sua eterogeneità. I lavori in esposizione non sono stati selezionati sulla base di uno stile specifico e non seguono nessun tema unitario ma sono il risultato di un insieme di esperienze ed estetiche molto diverse, a volte, anche in contrasto tra loro.

I Protagonisti della collettiva sono: 

Damiano Azzizia (Martina Franca - 1993), le cui opere sono caratterizzate da un forte geometrismo e rappresentano spazi isolati e metafisici.

La precarietà del supporto di cartone conferisce nuova qualità espressiva al materiale d’imballaggio.

Paolo Notaristefano (Massafra - 1993), la cui attenzione si focalizza sul movimento degli oggetti che ritrae. Tutto è fermo, le figure sono irriconoscibili, in contemplazione, sono parte secondaria dell’opera. La vera protagonista è la luce.

Fabrizio Riccardi (Corato - 1993), che conferisce vitalità alle ombre impresse su carta. I volti scavati, quasi similari a dei fantasmi, esprimono toccanti scene di massa, unita da un medesimo stato d’animo. Il suo lavoro si concentra sul tema della famiglia, producendo opere di grande intensità emotiva, simbolo di una condizione umana di disperazione e solitudine.

Giuseppe Marinelli (Castellana Grotte - 1990), che dipinge a chiazze di colore, con tonalità scure gli oggetti in sfondo, quasi sfocati rispetto alla folla di personaggi che campeggia nitida in primo piano.

Lorenzo Galuppo (Genova - 1995), che sceglie come protagonista la natura con una fitta vegetazione in primo piano. L’ambientazione, quasi assente, rende possibile giocare con gli effetti di controluce.

Marco Carrieri (Martina Franca - 1995), di echi pop, dipinge immagini nitide, caratterizzate da ampie campiture piatte di squillanti colori acrilici. Le figure, unico elemento dinamico della composizione, sono isolate dal brillante sfondo, rendendo l’ambiente asettico e freddo.

Lisa Cutrino (Lecce - 1995), che sceglie di focalizzarsi sulla figura umana utilizzando gamme cromatiche dello sfondo, preferite proprio per la loro forza visiva, di tipo antinaturalistico che colpisce lo spettatore, distogliendo l’attenzione dal significato drammatico del soggetto.

Angela Lazazzera (Santeramo in Colle, 1990), non lascia spazio al volto umano. Il ritratto non basta più. Tema centrale delle sue opere è la figura umana, che subisce un graduale processo di dissolvenza e dilatazione, di deformazione e distorsione, che fa emergere l’intensità espressiva dei sentimenti.

Federica Claudia Soldani (Bisceglie - 1989), le cui opere sono a metà tra pittura e scultura, caratterizzate da una spiccata manualità e una continua sperimentazione di materiali e tecniche. Le tele, di insolite dimensioni, sono caratterizzate da colori vibranti e da una pittura materica. Le figure che emergono dalla penombra con colori accesi, descrivono scene di vita metropolitana estremamente espressive.

Raffaele Vitto  (Canosa - 1993), rappresenta l’amore per la sua terra e l’importanza della tradizione agricola attraverso installazioni povere, ma allo stesso tempo in grado di trasmettere a chi le guarda potenti e complesse emozioni. I suoi lavori esprimono il prodotto di una cultura economica, sociale, in cui però domina il concetto che riduce l’azione dell’opera a qualcosa di estremamente semplice, essenziale.

Ivana Lorusso (Bari - 1995), racconta i suoi soggetti attraverso la descrizione di ciò che vi è contenuto ricorrendo ai giochi di luce, alle varie gradazioni cromatiche nella scala dei grigi; scatti rubati che rivelano gli stati d’animo colti attraverso gesti, attimi, atteggiamenti. La macchina fotografica non è che un mero mezzo col quale fissare la realtà.

Rita Scarola, (Grumo Appula - 1990), narratrice di scene della vita quotidiana, è attratta dagli spaccati di società, strade e gente qualunque. Una fotografia antropologica costituita da immagini reali, mai astratte, in cui si percepisce la voglia di raccontare.

Nella sua complessità, G12 si presenta al pubblico come un vero e proprio esordio di un gruppo all’interno del prestigioso Polo Culturale cittadino, che tra le sue finalità ha quella di promuove la creatività giovanile del territorio.

Proprio da questa idea, il Palazzo delle Arti Beltrani, stupendo edificio storico ed importante contenitore culturale, diventa per l’occasione ancora più dinamico e capace di reinventarsi, adattandosi alle sperimentazioni artistiche.

 

L’inaugurazione della Mostra si terrà mercoledì 14 febbraio 2018 alle ore 19.00.

La Mostra sarà fruibile tutti i giorni dal martedì alla domenica dalle ore 10.00 alle ore 18.00. 

Il ticket di ingresso:

Intero € 10,00

Gruppi € 8,00 (minimo 15 persone)

Ridotto 5,00 insegnanti muniti di carta docente, over 65.

Ticket speciale ad euro 3,50 per gli studenti.

 

16 FEBBRAIO 2018, VENERDÌ

“A me piace il Sud”: due autori ci raccontano il Sud per come è

"A me piace il Sud" è un libro crudo ed onesto, scritto a quattro mani da Alessandro Cannavale e Andrea Leccese. I due autori ci raccontano il Sud per come è. Non imbrogliano quando spiegano, per esempio, che le organizzazioni mafiose vengono spesso viste da molti cittadini non come nemiche, ma come soggetti in grado di sostituirsi a uno Stato che non c'è. Non fingono quando raccontano come il nostro Mezzogiorno abbia bisogno non tanto o non solo di investimenti, ma di una classe politica in grado di non rubare e di immaginare un futuro diverso.
In "A me piace il Sud" vengono elencate tutte le straordinarie opportunità offerte da queste regioni, in riflessioni, interviste e proposte sulla Questione Meridionale.
Ingegnere e ricercatore universitario, sospinto da una forte passione civile, Alessandro Cannavale da diversi anni si occupa della percezione del Mezzogiorno, tentando di sminuire luoghi comuni e pregiudizi. Collabora col fattoquotidiano.it e Basilicata24.it, sarà ospite de La Biblioteca di Babele, dove dialogherà con la dott.ssa Silvana Porro e il giornalista Rai, Gianni Matera
.
Appuntamento venerdì 16 febbraio alle ore 19:00 presso la Biblioteca di Babele (Piazza Campo dei Longobardi 34 - Trani).
INGRESSO LIBERO

 

19 FEBBRAIO 2018, LUNEDÌ

"Le vicende del confine orientale", incontro presso la Biblioteca Comunale

Il 10 febbraio ricorre in Italia “il giorno del ricordo”, solennità civile istituita per conservare “la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”, come la definisce la legge numero 92 del 30 marzo 2004 che l’ha istituita. L’Assessorato alle culture della Città di Trani ha inteso organizzare un incontro di studi sulla vicenda storica dell’eccidio degli italiani d’Istria e Dalmazia, per favorire una possibilità di una riflessione comune su quanto accaduto in quell’area del Paese. Il convegno, dal titolo “Le vicende del confine orientale”, si terrà lunedì 19 febbraio alle ore 19.00 presso la sala Maffuccini.
Vi parteciperanno l’Assessore alle Culture della Città di Trani, Felice Di Lernia, Giovanni De Iuliis (professore di storia e filosofia al liceo scientifico Vecchi), Andrea Moselli (movimento #Siamsolocustodi) e Giuseppe Dicuonzo Sansa, esule istriano di prima generazione. Nato a Pola nel 1944 in un rifugio antiaereo quando sulla città imperversavano i bombardamenti alleati, sopravvissuto ai bombardamenti, alle persecuzioni tedesche, alla pulizia etnica ed all’esodo che sconvolse la sua famiglia, Giuseppe Dicuonzo Sansa è vice presidente dell’associazione nazionale di esuli istriani “Famiglia Diagnese”. Autore di libri, poesie e saggi, attualmente ricopre l’incarico di delegato provinciale nel territorio di Barletta Andria Trani e referente per l’Italia meridionale dell’associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia.

Lunedì 19 febbraio, ore 19.00. L'ingresso è libero.

 

23 FEBBRAIO 2018, VENERDÌ

"M'illumino di meno", reading di poesia presso il Polo Museale

Venerdì 23 febbraio prossimo anche la Fondazione S.E.C.A. aderisce alla campagna nazionale "M'illumino di meno" promossa dal programma radiofonico Caterpillar Radio2.
L'iniziativa, che si terrà nel Polo Museale di Trani alle 19.30, nasce dalla collaborazione tra la Fondazione, Libreria Miranfù, Anteas Trani e associazione Lavorare Stanca (organizzatrice del festival "Verso Sud").
Protagonista sarà il poeta abruzzese Paolo Maria Cristalli che leggerà le sue poesie in un reading dal titolo "Parlato per l'inverno".

L'ingresso è libero.


 

Tutti i siti del network:

WWW.TRANI.BIZ il portale di Trani
WWW.ESTATETRANESE.COM
WWW.NATALETRANESE.COM

Attiva la vetrina aziendale della tua attività commerciale.

Ti costa solo € 4 al mese.
Seguici su Facebook