“La gente per bene”: Francesco Dezio presenta il suo nuovo libro


Sabato 9 marzo presso La Biblioteca di Babele



Con rabbia e ironia il narratore racconta il trascinarsi delle ore e dei giorni da disoccupato o come dipendente alle prese coi meccanismi insensati e truffaldini dell’imprenditoria, in una provincia specchio della nazione e sempre più abbandonata a se stessa. Dezio non si limita a raccontare la fine del lavoro e l’ingiustizia sociale, ma reinventa un linguaggio e una sintassi che sfruttano al meglio tutte le loro possibilità in un caustico romanzo che rilancia e porta avanti il discorso sulla precarietà, che sfoga l’amarezza per una politica inadeguata e per le disparità sociali che si perpetrano di generazione in generazione.
Francesco Dezio è nato ad Altamura nel 1970 e ha esordito nel 1998 con un racconto nell’ antologia "Sporco al sole. Racconti del sud estremo" (Besa). Nel 2004 ha pubblicato con Feltrinelli il romanzo "Nicola Rubino è entrato in fabbrica", opera che inaugura una nuova stagione della cosiddetta letteratura industriale e ora riproposta da TerraRossa Edizioni. Del 2014 è la sua prima raccolta di racconti, "Qualcuno è uscito vivo dagli anni Ottanta" (Stilo), diversi dei quali già apparsi su quotidiani e riviste. Nel 2008 è stato ospite di cinque puntate della trasmissione Fahrenheit su Rai Radio 3. Ha collaborato con «l’Unità», «la Repubblica-Bari», «Corriere del Mezzogiorno».
Con il suo ultimo romanzo " La gente per bene"TerraRossa Edizioni, sarà ospite a La Biblioteca di Babele, a colloquio con la dott.ssa Mariella Sivo.
Sabato 9 marzo ore 19:00, ingresso libero.