Alla ricerca del blasone di Trani


Evento gratuito sabato 27 nell'androne di Palazzo Mongelli



Il giorno 27 Giugno 1574 muore Giorgio Vasari che oltre ad essere stato un valente pittore ed architetto, fu innanzitutto il primo storico dell'Arte italiano che sviluppò il concetto di "rinascita" o Rinascimento". Credo che all'indomani dell'emergenza COVID miglior augurio non si possa fare. Allo scoccare della diciottesima ora del medesimo giorno, nell'androne dei cavalli di Palazzo Mongelli, distanziati dal COVID-19 saremo serenamente partecipi con Vittorio Tolomeo di una serata tra amici, alla ricerca del civico blasone. Come è noto, agli appassionati di araldica, il Ns. Blasone rientra, come riporta l’Enciclopedia Britannica, tra le armi parlanti, che gli inglesi chiamano canting arms, nel senso di arma che canta o racconta, per effetto delle immagini e dei colori che sono rappresentati all’interno dello scudo, ovviamente, rigorosamente sannitico.
Per quanto illustri storici di cose cittadine abbiano già affrontato questa tematica, per ciò che riguarda la comprensione araldica dei vari simboli che compongono l’arme tranese, tuttavia ne resta irrisolto il rebus del suo più intimo significato ed origine, ed allora è come se ci trovassimo di fronte ad un giallo whodunit, o giallo ad enigma, in cui l’autore del delitto viene scoperto in base ad indizi più o meno nascosti e fuorvianti.
Ovviamente resta pacifico che l’Arme cittadina è regolata esclusivamente dalla legge, ed a nessuno è data di poterla modificare se non nei modi stabiliti. Consapevoli del dettato normativo, siamo perfettamente edotti che eventuali proposte innovative e varianti non fanno parte del Ns. gradito incontro.
Tuttavia il Ns. come già detto, è un Blasone parlante, e sentirlo parlare, o cantare, canting arms, come dicono gli inglesi, grazie alla Vs. partecipazione, sarà sicuramente un piacere.
Unico requisito per poter partecipare, la prescritta mascherina, ed una voce baritonale, considerato l’argomento, ma anche per non far torto alle signore, va bene una voce da soprano che ci esalterà per le sue acrobazie vocali, o di mezzo soprano come il celebre Farinelli, il cantante castrato nato nella vicina Andria, chiamato l'usignolo per la dolcezza del suo canto.
Evento organizzato nell'ambito dell'attività del Laboratorio di Medical Humanities. A causa del distanziamento tra i posti a sedere e la conseguente limitata capienza è consigliabile arrivare in orario.

www.facebook.com/events/602548710647932
Sabato 27 giugno ore 18.00
Androne Palazzo Mongelli - Corso Vittorio Emanuele II, 139